Il Behringer X32: prestazioni ad un ottimo rapporto qualità-prezzo

Alzi la mano chi non ha mai usato un mixer della Behringer! Ci vorrebbe un bel coraggio, dato che la Behringer è sul mercato dal 1989, e si tratta di uno dei produttori di equipaggiamenti audio professionali più conosciuti al mondo.

Nel 2010 il Music Group, azienda controllata dalla Behringer, ha acquisito Midas – un’azienda britannica molto nota per produrre console utilizzate per il sound live, e Klark Teknik, un’azienda meno conosciuta e produttrice di equalizzatori grafici. Il frutto della fusione tra Midas, Klark Teknik e Behringer è il mixer digitale Behringer X32.

Si tratta di un prodotto che, lanciato nel 2012, continua ancora a rivoluzionare il mercato dei mixer digitali. Per chi sente parlare del Behringer X32 solo adesso, diremo che si tratta di un mixer digitale a 32 canali e 16 bus, dotato di una ricca libreria di effetti, e di funzionalità pressoché sterminate. Il Behringer X32 è progettato per il suono live, ma è abbastanza versatile da poter essere usato anche in studio. 

Con il lancio di questo prodotto, la Behringer tiene fede alla sua fama di azienda produttrice di mixer dalle caratteristiche ottime e dai prezzi accessibili.

La Console

Con 90 cm di lunghezza, 52 di larghezza e 20 di altezza, Il Behringer X32 è una console dalle dimensioni contenute. Pesa solo 21 chilogrammi, ed il trasporto è reso più facile da due robuste maniglie laterali. La strip dei canali è posizionata sulla parte alta della console, a sinistra. Il Behringer X32 inoltre è dotato di un display TFT da sette pollici e 800 x 480 pixel ad alto contrasto. Con otto pulsanti sul lato destro, l’accesso a vari display e schermi di configurazione è facilissimo. Il canale selezionato, il numero e il nome della scena corrente, il nome del file USB in playback sono mostrati in alto su ciascuno schermo. E’ possibile anche visualizzare lo stato di sincronizzazione dello ZES50, e degli slot per le schede.

Più in basso sulla console vi sono 16 fader per i canali di input, 8 fader di gruppo, un output stereo, ed anche un comodo tappetino in gomma per riporre piccoli oggetti.

I Pregi

Non diversamente da molti altri mixer digitali, l’aspetto esterno del Behringer X32 cela la sua vera potenza. Il Behringer X32 ha un design molto semplice. Come molte altre console, utilizza una matrice di routing digitale 168 x 168 per collegare gli input e gli output fisici. Il DSP offre un totale di 40 canali di input (32 da microfono, 6 input aux ed un input stero USB), con 25 canali di bus ed output. Gli input analogici includono 32 preamp, e sei linee di input ausiliarie, tra cui due con connessioni RCA/phono sbilanciate.

L’input verso i 32 canali audio può avvenire da  computer mediante la slot XUF USB/Firewire, oppure mediante le due serie da 48 input digitali presenti sul mixer. Queste ultime usano lo standard AES50 ‘SuperMAC’, ovvero un network audio a bassa latenza collegato mediante cavi standard Cat 5. Grazie a circa 3 unità per ciascuna interfaccia AES50, la console offre accesso a 96 sorgenti audio. Le porte AES50 inoltre possono essere usate per condividere i bus tra due o più mixer Behringer X32.

Il Behringer X32, sia nuovo che usato, è dotato di una scheda di interfaccia XUF, con connettività USB2 e Firewire 400. Unica limitazione: le due opzioni non possono essere attivate insieme. Entrambe le interfacce sono compatibili con il Core Audio dei sistemi Mac OS versione 10.5 e superiori, ma anche con i sistemi Windows dotati di driver ASIO. La connettività del Behringer X32 sembra essere stata limitata alle sole opzioni FW e USB per ragioni di efficienza e velocità, ma ben presto potrebbero rendersi disponibili più opzioni. In effetti, dato che si tratta di una console pensata per il sound dal vivo, sarebbe logico dotare il Behringer X32 di interfacce in grado di supportare anche questo tipo di sound.

I Difetti

Dove è l’input digitale?!?! Potreste chiedervi mentre state usando il Behringer X32. Un input S/PDIF, magari per consentire una banalissima connessione diretta ad un lettore CD? Neanche a pensarci! Si, è vero, il Behringer X32 offre due sorgenti di input analogiche ai canali 5 e 6, ed è dotato inoltre di una porta USB perfetta per un memory stick. Ma….ad onta dell’aspetto accattivante della finestra dei controlli USB, il Behringer X32 non riconosce gli iPod né gli iPad, o gli iPhones, per non parlare dei file MP3. Questo mixer digitale è in grado di riprodurre solo file WAV, sia dalla directory di root, o dai folder.

La Nostra Valutazione

Una valutazione completa del mixer Behringer X32 andrebbe effettuata ‘on the road’, ma il nostro giudizio iniziale è in ogni caso favorevole. Il Behringer X32 ha una costruzione solidissima, una performance audio ineguagliabile e funzionalità molto ampie. I difetti, presenti in ogni mixer, sono trascurabili e facilmente superabili.

La navigazione sul desk è semplice e intuitiva. Pochissime le funzionalità difficili da trovare o da comprendere – ad esempio l’impostazione del nome dei canali di input. Il layout di questa console è semplicissimo, e offre tutto ciò che serve in un contesto live. Piccola pecca, non è chiaro quanta visibilità offra lo schermo in un contesto all’aperto.

Gli output delle cuffie riescono a raggiungere un volume davvero molto, molto alto mentre la configurazione generale della console riesce a rispondere alle esigenze di un’installazione tipica. Gli effetti preimpostati sono più ampi e diversificati di quelli di altri mixer, e la qualità del suono è più pulita e chiara di quella offerta da mixer nella stessa fascia di prezzo del Behringer X32.

La console è dotata di una garanzia di tre anni, il che testimonia della fiducia che Behringer ripone nel mixer X32. Si tratta di uno strumento che sta rivoluzionato il mercato del sound live digitale sia professionale che semi-professionale.

Il Behringer X32 è diventato popolare molto velocemente nei cinema e nei teatri, oltre che ovviamente negli ambienti dove si suona musica dal vivo. Si tratta però di un mixer che si adatta in modo eccellente anche allo studio di registrazione, anche se in questo caso qualche ottimizzazione in più non guasterebbe.

In conclusione, lo X32 è ben progettato e ben costruito. Con il suo ottimo rapporto qualità-prezzo, è una scelta quasi obbligata per tutte le esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *