Il Giradischi Marantz TT5005: Perfetto Per Chi Di Giradischi Vuole Capirne di Più

Come ti abbiamo già raccontato accennando al giradischi Marantz, qui abbiamo non un giradischi per DJ, ma un giradischi adatto a chi ama rilassarsi ascoltando la musica che più gli piace, magari alla fine di una lunga giornata di lavoro.

Il Marantz TT5005 è stato definito un giradischi per “principianti” ed a torto. Se noti, i giradischi entry level sono completamente assemblati. Quando apri la scatola, devi solo estrarre il giradischi, inserire la spina, mettere il tuo disco preferito sul piatto ed in molti casi neanche spostare il braccio, perché il giradischi fa tutto da solo.

Il giradischi Marantz TT5005 invece è diverso perché devi montarlo tu. E questo già ti lascia capire che – anche se non siamo nel regno dei giradischi professionali – il Marantz TT5005 è un ottimo prodotto per chi di giradischi vuole iniziare a capirne di più.

Marantz TT5005: L’Assemblaggio

Se il tuo primo giradischi è stato un entry level, sicuramente hai notato come il manuale di istruzioni lasciava un po’ a desiderare. O forse era scritto in quattro lingue, e quando finalmente arrivavi alla parte in italiano si capiva ben poco. Perché il manuale era stato tradotto male. Ebbene, qui abbiamo un manuale con istruzioni scritte in un italiano corretto, ed anche facili da capire.

Il manuale di istruzioni non è la prima cosa cui guarda chi compra un giradischi, ma in questo caso è fondamentale. Perché ti spiega come assemblare il Marantz TT5005, ed anche come cambiare la puntina del giradischi. Infatti, prima di poter ascoltare i tuoi dischi preferiti con il TT5005 dovrai:

  • montare la cinghia di trasmissione. Infatti, il Marantz TT5005 è un giradischi con trazione a cinghia. Quindi dovrai prima far scorrere la cinghia sui bordi del piatto, e poi infilarla sulla puleggia del motore. Nulla di difficile, in ogni caso quando esegui questa operazione il nostro consiglio è di indossare guanti in lattice;
  • montare il piatto. Il piatto va appoggiato sul contropiatto del Marantz TT5005 in modo perfettamente orizzontale, in modo che qualsiasi parte del piatto appoggi bene sul contropiatto.

A questo punto, dovrai “bollare” il piatto, ovvero verificare che il piatto sia stato montato in modo perfettamente orizzontale. La verifica va effettuata in tutte le direzioni, ovvero dopo aver montato il piatto dovrai centrare la bolla almeno in quattro direzioni: ad “ore 12”, 3, 6, e 9. Sembra difficile? Beh, ti avevamo detto che chi diceva che il Marantz TT5005 era un giradischi “da principianti” si sbagliava.

 

Il Marantz TT5005: Un Ottimo Rapporto Qualità/Prezzo

Se hai montato il Marantz TT5005 hai sicuramente notato come il case del giradischi è in plastica, ma il piatto è in alluminio bianco – cosa che rende questo giradischi elegante grazie al contrasto di colore con il case. La scelta di realizzare il Marantz TT5005 in plastica è stata criticata da molti, ma secondo noi devi considerare che:

  • ogni giradischi che non costi un occhio della testa è realizzato in plastica, anche se molto solida
  • il piatto del Marantz TT5005 è pur sempre in allumini
    o, quindi produce una massa inerziale che permette ai dischi di girare in maniera stabile

Se poi la plastica è impiegata per costruire il case anche di alcuni giradischi da DJ, noi non riusciamo proprio a capire perché non la si possa usare per un giradischi “casalingo”. In questo caso ciò che conta davvero è il rapporto qualità/prezzo, e da questo lato il Marantz TT5005 merita di essere promosso a pieni voti.

Sul mercato, trovi tanti modelli di giradischi pre-assemblati, prodotti per soddisfare i gusti di chi – cresciuto con il lettore CD o con il lettore MP3 – pensa che il giradischi sia un dispositivo “plug ‘n play” (cosa non vera!). In genere questi modelli costano un centinaio di euro o giù di li. Il Marantz TT5005 ha un prezzo leggermente superiore, ma offre funzionalità e caratteristiche che lo avvicinano ai giradischi di fascia media.

 Il Marantz TT5005 è un giradischi sia manuale che automatico.

Se vuoi usare il Marantz TT5005 in modalità automatica, basta porre il disco sul piatto, selezionare la velocità di riproduzione a 33 o 45 giri (trovi il tasto sul lato sinistro del case), abbassare la copertura e premere il tasto “Play”. A questo punto il piatto inizierà a girare, e pian piano il braccio si sposterà verso il disco ed il suono morbido del vinile inizierà a sprigionarsi. E qui si mostra tutta la differenza tra vinile – a qualsiasi livello di prezzo – e dispositivi digitali.

Se invece preferisci suonare i dischi in maniera tradizionale, beh, è facilissimo: solleva il braccio, ed osserva come il piatto inizia a girare. Tieni la mano fermissima ma leggera, appoggia lo stilo sul vinile…ed il gioco è fatto! Vi è chi le prime volte sbaglia ed appoggia lo stilo troppo avanti, con il risultato di perdersi l’inizio del suo 45 giri preferito, ma non importa. L’importante è capire che esistono tanti modi e tanti supporti diversi per riprodurre la musica. Da questo punto di vista, il Marantz TT5005 è perfetto.

Ma diamo un’occhiata alle caratteristiche tecniche del Marantz TT5005.

Abbiamo una testina MM, ovvero a magnete mobile. Ovvero, la puntina muove un magnete permanente, che è incastrato tra due piccolissime bobine. In questo modo genera un campo elettromagnetico: quando il magnete vibra perché segue il solco del disco in vinile, nelle bobine si genera corrente, e quindi il suono. Affascinante no?

L’equalizzatore phono è incorporato, ma disinseribile, il che è importante se vuoi collegare il TT5005 ad un amplificatore phono. In questo caso, potrai notare che il Marantz TT5005 ha un guadagno leggermente più alto di quello di tanti amplificatori, ma la questione è facilmente risolta: non suonare dischi impolverati, graffiati o rovinati. Con dischi nuovi o in buone condizioni la differenza di guadagno non si nota, ma con dischi vecchi si iniziano a sentire scoppiettii e fruscii che di fatto rovinano l’esperienza di ascolto.

Per il resto, insieme al giradischi trovi un cavo RCA, il servo motore del Marantz TT5005 è silenziosissimo, ed abbiamo un livello di uscita di 2.5 mV/1 kHz ed una gamma di frequenza da 20 Hz – 20 kHz.

Per quanto riguarda le misure, con i suoi 35,7 cm di larghezza e 36 cm di profondità il Marantz TT5005 è abbastanza compatto, ed i 2,8 chili di peso lo rendono leggero.

Il Marantz TT5005: Il Nostro Giudizio

Paragonato a giradischi nella stessa fascia di prezzo, il Marantz TT5005 offre un’esperienza decisamente superiore. L’audio è pulito, e la fedeltà di riproduzione è buona. Ma cosa più importante, il Marantz TT5005 permette a tutti di fare un passo avanti nel mondo del vinile, iniziando a conoscere i giradischi più da vicino.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

2 pensieri su “Il Giradischi Marantz TT5005: Perfetto Per Chi Di Giradischi Vuole Capirne di Più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *