La Nostra Classifica 2018 dei Migliori Giradischi per Natale

giradischi-natale

Per la prima volta, il Giradischi ha deciso di pubblicare la nostra rassegna sui migliori giradischi da regalare (o anche da regalarsi) a Natale. In realtà non serve aspettare il Natale per regalare un giradischi, però questa festività può essere l’occasione per fare il grande passo e (ri)avvicinarsi finalmente al vinile. Chi ogni tanto non pensa a quel vecchio giradischi che non funziona più, che magari ha abbandonato in cantina, in garage, o al paese anni ed anni fa? Se è capitato anche a te, o magari a tuoi amici o parenti, dai un’occhiata ai 5 giradischi che trovi qui sotto.


1. ION Audio Max LP

I nostalgici del giradischi abbandonato, come amiamo chiamarli noi, sicuramente spalancheranno gli occhi davanti allo ION Audio Max LP, poiché è un giradischi dal case tutto in legno. Cosa che negli anni ‘60, ‘70 ed ‘80 era impensabile. Ma adesso è diventata una realtà. Non solo: lo ION Audio Max LP è un giradischi completo. E’ dotato di motore con trasmissione a cinghia, di una testina preassemblata di tipo standard, e di altoparlante integrato.

ION-Audio-Max-LP

Si tratta di un giradischi plug and play, già pronto all’uso: dovrai solo collegarlo alla presa di corrente, ed iniziare a suonare il tuo vinile preferito. Questo modello infatti:

  • riproduce i vinili a 33, 45 ed anche 78 giri
  • dispone di uscita RCA standard per la connessione a tutti gli altoparlanti o anche a moduli Hi-Fi
  • è dotato di una copertura antipolvere
  • ha un ingresso AUX per il collegamento ad un lettore CD o anche di cassette

Poi, se vuoi convertire tutti i tuoi vecchi dischi in MP3 per preservarli, questo modello è perfetto poiché è dotato anche di un ingresso USB. Il software per rippare i vinili è offerto in omaggio da ION. Scordati i vecchi giradischi grandi e pesanti, poiché lo ION Audio Max pesa solo 3,5 chili, ed ha misure di 38,7 x 41,8 x 10,3 cm.

Se ti va di leggere la nostra recensione completa allo ION Audio Max, troverai tante altre informazioni sulle prestazioni di questo giradischi. Qui ti diciamo solo che secondo noi i piccoli tocchi di classe di questo modello rendono lo Ion Audio Max LP un giradischi dalla qualità molto superiore al suo prezzo di vendita.


2. Pioneer PL 990

Il Pioneer PL 990 è tra i giradischi più scelti da chi ama il ritorno in auge del vinile. I tempi però sono molto cambiati, quindi chi cerca il vinile oggi punta sempre l’occhio al digitale. Il vinile è pur sempre vinile, ed ha un fascino inimitabile. Ma un buon giradischi, oggi, deve avere tutta una serie di caratteristiche digitali che ne rendano l’uso più facile. E che ne migliorino anche la compatibilità con lettori CD, MP3, e magari anche tablet e cellulari.

miglior-giradischi-pioneer-pl990

Se anche tu sei tra gli amanti del connubio analogico-digitale offerto dai giradischi di ultima generazione, il Pioneer PL990 è il modello giusto per te. Questo modello infatti è dotato di un ingresso USB, ed è completamente automatico. Ma le caratteristiche del Piooner PL 990 vanno ben oltre:

  • il piatto è preamplificato, quindi anche qui abbiamo un giradischi plug-and-play
  • questo modello è dotato di un servomotore di precisione, che evita ogni tipo di oscillazione del braccio, e consente la rotazione ottima del disco
  • il connettore della testina è di tipo universale, cosa che gli audiofili più esperti apprezzeranno molto

Il Pioneer PL-990 è un prodotto di fascia media. Magari non sarà adatto ai DJ professionisti, o anche a chi cerca un’assoluta fedeltà all’audio del master. Ma secondo noi questo è veramente un giradischi per tutti. Leggero – pesa solo 2,65 kg – e dalle dimensioni medie (42 x 10 x 34,2 cm), il Pioneer PL 990 è dotato di tocchi di classe quali il piatto in acciaio, e di una finestra stroboscopica, che ti permette di regolare la rotazione dei dischi al meglio, per godere di un ascolto sempre perfetto. Se vuoi scoprire di più su questo modello, puoi dare un’occhiata alla nostra recensione completa del Pionner PL 990.


3. Sony PS-LX300 USB

Il PS-LX300 USB è tra i giradischi Sony che recensiamo per la prima volta. Con questo modello iniziamo a spostarci sempre di più verso giradischi adatti agli audiofili più esperti.

giradischi Sony PS-LX300USB

Il Sony PS-LX300 USB ha tutta una serie di caratteristiche adatte anche ai principianti:

  • è dotato di un’uscita USB per la conversione dei vinili in formato digitale
  • il motore a cinghia rende la riproduzione molto fluida
  • si tratta di un giradischi completamente automatico, e plug and play

anche chi non ha mai suonato un vinile in vita sua sarà in grado di usare il Sony PS-LX 300 USB da subito. Però se guardi a questo modello con occhio più attento noti delle particolarità che molto spesso per un principiante sono difficili da capire. Stiamo parlando:

  • del braccio ad S. Secondo gli audiofili più esperti il braccio ad S regala una maggiore fedeltà del sound. Quindi gli intenditori, ma anche i DJ, di solito preferiscono giradischi con il braccio ricurvo<
  • la testina con pennino in diamante.

Di solito i modelli di giradischi più economici sono dotati di testine con puntina realizzata in materiali diversi dal diamante.

Il Sony PS-LX300 USB è più robusto di altri modelli simili, pesa circa 4 chili e misura 36 x 9,5 x 42 cm. Non siamo ancora al top di gamma, ma secondo noi si tratta di un prodotto di ottima qualità, per chi vuole fare – o farsi – un regalo pensato per durare nel tempo.


4. Marantz TT5005

Se sei un audiofilo esperto e stai guardando questo modello di giradischi della Marantz, ti diciamo fin da ora che nella nostra recensione completa del Marantz TT5005 troverai tutte le informazioni tecniche che stai cercando. Se invece Marantz TT5005 ti fa drizzare le orecchie, ma non sei sicuro che questo modello sia alla tua portata, niente paura! Il TT5005 è il giradischi ideale per chi vuole conoscere meglio il mondo del vinile.

giradischi-di-natale-

La maggior parte dei giradischi in vendita sono plug and play, ma il Marantz TT5005 è diverso: si tratta di un giradischi che devi assemblare da solo. Non siamo nel regno dei giradischi professionali, ma per un regalo di Natale, o anche da fare in ogni altro periodo dell’anno, il TT5005 secondo noi è perfetto per tre motivi:

  • chi vuole conoscere meglio il mondo del vinile adorerà smanettare con il giradischi, montare il piatto e calibrare il braccio. In men che non si dica capirà la differenza che passa tra un buon giradischi (anche se in una fascia di prezzo accessibile) ed i giradischi “di tutti i giorni”
  • i più giovani, soprattutto i ragazzi cresciuti a pane e musica in streaming, saranno un passo avanti a tutti i loro coetanei
  • il Marantz TT5005 è una figata: ha un design moderno, con il piatto realizzato in alluminio bianco, e fa un figurone praticamente ovunque

Dire che il TT5005 è uno dei migliori giradischi da regalare a Natale è un po’ riduttivo, perché il giradischi è un prodotto per tutte le stagioni. Ma se stai cercando un pretesto per far staccare tuo figlio dall’ipod o dal tablet, o anche per farti un regalo di tutto rispetto, il Natale è la tua occasione giusta!


5. Pro-ject Debut Carbon

E per finire veniamo ad un giradischi della Pro-ject, il Debut Carbon. Il perché del nome è chiaro: abbiamo un giradischi dal braccio in carbonio, ma di questo e di altri particolari parliamo nella nostra recensione completa al Pro-ject Debut Carbon. Qui vogliamo dirti un’altra cosa.

giradischi project-debut-carbon

Il Pro-ject Debut Carbon costa un po’ di più degli altri modelli che trovi in questo articolo, quindi se senti parlare di questo giradischi come di un best buy non fidarti! Certo, per un DJ abituato a spendere qualche migliaio di euro per un giradischi professionale, il Pro-ject Debut Carbon è un best buy. Ma non per noi comuni mortali.

Chi non si entusiasma davanti alla linea pulitissima ed al case lucido di questo giradischi? Poi, il Pro-ject Debut Carbon è tra i pochissimi modelli di giradischi ad avere ottenuto il premio più importante per oggetti tecnologici. Si tratta del premio EISA AWARDS. Quindi attenzione a chi parla del Pro-ject Debut Carbon come di un “entry level”.

Secondo noi si tratta di un giradischi che non ha rivali. Perché è un giradischi silenziosissimo malgrado i suoi 68db. Perché ha il piatto realizzato interamente in metallo, e perché monta una testina Ortofon, di quelle – per intenderci – che dovrai cambiare dopo centinaia di ore di ascolto

 

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (3 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...