Cerchi un giradischi? Benvenuto su ilgiradischi.net!

Ne vuoi comprare uno, sei appassionato di vinili o musica in generale, ricerchi una recensione o quant’altro? Sei arrivato sul sito giusto. Continua a leggere e troverai risposta a tutte le tue domande.

      Indice

 

Cosa troverai su questo sito

Su ilgiradischi.net c’è tutto quello di cui hai bisogno riguardo i giradischi, in particolare potrai trovare informazioni su:

  • Quale giradischi comprare (abbiamo recensito i prodotti migliori delle principali marche);
  • Accessori di ricambio per giradischi (puntine, dischi e quant’altro); Se già possiedi un giradischi e devi solo cambiare la puntina ma non sei pratico, leggi il nostro articolo “come cambiare la puntina a un giradischi”;
  • La nostra guida per acquistare i migliori grammofoni;

Ah, dimenticavamo… perché non seguire la nostra pagina Facebook? Due post al giorno tutti dedicati alla musica dai ’50 ai primi 2000. Video musicali inediti, pezzi che avevi dimenticato o che non sentivi da secoli e notizie quotidiane su eventi accaduti lo stesso giorno ma molti anni fa.

Cosa stai aspettando? Metti mi piace per restare sempre aggiornato!

Perché acquistare un giradischi?

Lo sapevi che acquistare un giradischi è la scelta migliore che tu possa fare?

E non lo diciamo perché siamo di parte… questi sono le tre ragioni fondamentali!

1- La qualità del suono del giradischi è migliore rispetto a quella di qualunque altro dispositivo.

Spesso si fanno paragoni fra giradischi e altri riproduttori di musica digitale (lettore cd, mp3, ipod, etc), indicando i primi come i migliori in assoluto.

Il motivo? Semplice. A differenza di cd o mp3, in un vinile il segnale musicale non viene campionato e quindi non c’è alcuna perdita di informazione, garantendo la riproduzione del suono senza alcun difetto. A tal fine è però necessario mantenere pulito il proprio giradischi, altrimenti la polvere rischia di intaccare la qualità della riproduzione.

Ma non è tutto.

2- Il giradischi valorizza meglio la musica e contribuisce al benessere psicologico dell’individuo.

In un mondo frenetico come quello attuale, anche il processo di ascolto è stato vittima di cambiamenti. Ora la musica si ascolta quando si ha tempo: in metropolitana, in auto nel traffico prima di andare a lavoro, mentre ci si prepara per uscire, ecc…

Abbiamo quasi dimenticato il piacere rilassarsi ascoltando della buona musica solo per il gusto di farlo! Acquistando un giradischi questo tornerà ad essere possibile… Solo tu, il tuo giradischi e il tuo disco preferito che gira; nient’altro… anzi si, un buon bicchiere di vino (o dell’aranciata se sei astemio).

3- Il giradischi rappresenta un’ottima scelta per ritornare ad assaporare il fascino del possedere un disco.

È sotto gli occhi di tutti come il processo di digitalizzazione della musica avvenuto nell’ultimo decennio abbia contribuito a ridurre il fenomeno del collezionismo sostituendo album e vinili con cartelle digitali.

Certo, è più comodo avere 1000 tracce su un piccolo lettore o su Spotify, ma vogliamo mettere quanto è più bello possedere e collezionare vinili? Immagina, cosa c’è di meglio toccare con mano il tuo disco preferito, e rispolverarlo e ascoltarlo a ogni occasione buona.

Quanto spendere per un giradischi?

Passiamo ora a una delle domande più comuni… il prezzo.

Molti di voi spesso ci chiedono: “ma quanto devo spendere per un buon giradischi?”, “qual è la loro fascia di prezzo?”.

In linea generale la risposta è semplice. Come per (quasi) tutte le cose, più si spende, maggiore è la qualità del prodotto.

Volendo essere più precisi, possiamo dire che il costo va dai 130€, per i prodotti primo prezzo, fino ad arrivare a cifre che superano persino i 10.000€.

Non considerando prodotti così costosi (fuori dalla portata dei più, compresi tutti noi dello staff sommati assieme), diciamo che in media per un prodotto di medio/alta qualità è consigliabile spendere circa 180/250€.

Prendi questo valore indicativamente – è sempre meglio confrontare le caratteristiche piuttosto che fidarsi solo del prezzo (ma per questo ci siamo noi qua ad aiutarti) – ma il costo sicuramente t’aiuterà a farti un’idea.

Fra i prodotti di questa fascia ti consigliamo in particolare il giradischi xxxx o il giradischi yyyy veramente dei gioiellini per questo prezzo, che non hanno nulla da invidiare ai top di gamma. Clicca sul loro nome se vuoi leggerne le recensioni!

Se invece sei un esperto e sei uno che vuole sempre il meglio (e disponi di un budget più alto), spendendo 300€ o più potrai accaparrarti un prodotto eccellente, costruito con i migliori materiali, dotato di ottime rifiniture e da un design ricercato.

I nostri dispositivi preferiti in questa fascia, sono il giradischi XXX e il giradischi YYYY! Sono davvero dei prodotti spaziali, di una bellezza e una qualità di suono più unica che rara.

Se, infine, sei al primo acquisto e hai un budget limitato non disperare! Anche per te esistono alternative primo prezzo che hanno poco da invidiare ai colleghi di fascia media. Due esempi? Leggi le recensioni del giradischi Sony PS-LX300USB e del giradischi Pioneer PL 990. Non te ne pentirai!

Quali sono le migliori marche di giradischi

Dopo il prezzo analizziamo ora un’altra delle domande che più spesso ci vengono poste… quale marca comprare?

Esistono diverse marche che al giorno d’oggi producono giradischi: alcune non hanno mai smesso di farli, altre sono entrate nel settore quando hanno fiutato il business, altre ancora, hanno riavviato la produzione quando le persone hanno iniziato a interessarsi nuovamente a questi prodotti, hanno ricominciato a riprodurli.

Le principali aziende che al giorno d’oggi ancora producono giradischi sono:

      • Austria: Project
      • UK: Rega, Roksan, Nottingham Analogue, Avid, Sme, Linn, Michell, Creek, Pink Triangle, Townshend, Wilson Benesch, NAD
      • Germania: Acoustic Signature, Clearaudio, Acoustic Solid, Transrotor, Bauer Audio, Brinkmann
      • Italia: Vyger

Spendiamo ora due parole sui principali brand, ma se vuoi approfondire la questione abbiamo dedicato un intero articolo alle migliori marche di giradischi presenti sul mercato, che ti consigliamo di leggere!

Cliccando invece sulla marca che ti interessa di più potrai avere tutte le informazioni necessarie per capire se i loro prodotti fanno per te oppure no!

Technics:

Auna:

Project:

XXXX

Guida all’acquisto: come scegliere un giradischi

Concludiamo questa pagina di benvenuto dandoti una serie di informazioni utili all’acquisto.

Spesso infatti ti troverai di fronte a caratteristiche che ti potranno sembrare arabo.

In ogni caso, non preoccuparti! Ecco alcune delle caratteristiche che ti possono interessare se sei alla ricerca di un lettore di vinili.

TRAZIONE:

I giradischi possono avere due tipi di trazioni: trazione diretta e trazione a cinghia.

Nonostante esistano svariate discussioni a riguardo, non è possibile definire con certezza quale meccanismo di trazione sia il migliore in assoluto.

Capiamo la differenza fra la trazione diretta e quella a cinghia. Per far funzionare un disco in vinile è necessario che questo sia posto su un piatto ruotante. La rotazione del piatto deve avvenire a una velocità costante e definita (ossia la velocità di lettura, spiegata appena sotto).

Nei sistemi con trazione diretta l’albero del piatto è collegato direttamente con il motore.

Nei sistemi con trazione a cinghia non esiste questo collegamento diretto poiché il processo di trasmissione del movimento dal motore al piatto è mediato da delle cinghie in gomma (da qui, il nome trazione a cinghia).

Nel primo caso, quindi, il motore fa girare direttamente il piatto; nel secondo caso, invece, il motore è collegato a delle cinghie che fanno girare il piatto.

Quali sono i vantaggi di una trasmissione con trazione a cinghia e quali sono i vantaggi di una trazione diretta?

Nel primo caso si ha il vantaggio che la cinghia funge da ammortizzatore, riducendo le vibrazioni, in quanto la cinghia le mantiene lontane dalla puntina e dal braccio del giradischi.

La trazione diretta, invece, nonostante ci siano più vibrazione, può vantare tempi di avvio più brevi e una maggiore stabilità nella velocità del disco.

VELOCITA’ DI LETTURA:

Come detto sopra, un disco in vinile per poter funzionare correttamente deve poggiare su un piatto che ruota a una velocità costante.

Tale velocità viene definita velocità di lettura.

Si conoscono tre differenti velocità di rotazione, a cui corrispondono i tre formati di dischi in vinile più noti:

      • 33 giri -> per riprodurre il suono, il disco in vinile compie 33 giri al minuto (33.5 per l’esattezza). È il formato di dischi in vinile più diffuso al giorno d’oggi (chiamato anche LP, Long Playing);
      • 45 giri -> si riferisce ai dischi che compiono 45 giri ogni minuto. Il diametro di questi dischi è inferiore rispetto a quello dei 33 giri e solitamente riporta due soli brani musicali, uno per lato;
      • 78 giri -> sono gli antenati dei 33 e 45 giri (sostituiti a partire dal 1940): ogni minuto di riproduzione il disco compie 78 giri.

BRACCIO:

Il braccio di lettura è quell’asta del giradischi che consente alla testina di appoggiarsi al disco. Nonostante nella maggior parte dei casi il processo di rotazione avvenga per orizzontale, il braccio consente anche una lettura del disco in posizione verticale.

Esistono diversi tipi di braccio:

      • braccio dritto
      • braccio dritto tangenziale
      • braccio a J
      • braccio a S

PUNTINA:

USB:

FUNZIONE DI ENCODING:

A questo punto pensiamo di averti dato tutte le informazioni necessarie per effettuare un acquisto consapevole. Leggi le nostre recensioni ai migliori giradischi, f