Recensione al Lenco L 85: uno dei giradischi migliori per i principianti

colour-Lenco-L-85

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)

Loading...

Vi ricordate dei blocchi DUPLO con cui potevate giocare da bambini prima di essere abbastanza “maturi” per giocare con i veri LEGO? Ecco, lo stesso principio si applica al Lenco L 85: un giradischi per principianti che offre tutte le funzioni di base facendoci pregustare qualcosa di più eccitante in futuro ma che comunque ci fa passare dei momenti piacevoli.

Il Lenco L 85 è un giradischi a cinghia semi automatico con un phono incorporato. Ha perfino la funzione di registrazione USB, elemento non scontato visto il basso prezzo di vendita.

lenco-l-85-recensione-giradischi3

Questo prezzo davvero basso può far pensare male ma il L 85 ci ha sorpreso in maniera positiva.
Lenco ha cercato di rendere l’esperienza del giradischi più semplice possibile e possiamo affermare che ci è riuscita, fornendo il prodotto plug-and-play migliore che abbiamo incontrato per questo prezzo.

Lenco L 85: I materiali di costruzione

A prima vista può sembrare un giocattolo: è fatto principalmente di plastica ed è molto leggero. Osservandolo più da vicino, però, non possiamo lamentarci della qualità.
Il piedistallo, il piatto e il braccio sono fatti con cura e sono assemblati bene; quando li si usa non ci sono parti tremanti o cigolanti.

Il pulsante in plastica per cambiare la velocità (33,3 e 45 giri) e quello per registrare sono reattivi.
Il nostro campione è di un verde brillante ma questo giradischi è disponibile anche in rosso, giallo, nero, bianco e grigio. Gli output analogici sono sul retro, a fianco dell’interruttore di accensione.

lenco-l-85-recensione-giradischi4

Lenco ha pensato bene di includere un paio di cavi RCA, così possiamo cominciare subito. Grazie al phono stage incorporato, è possibile collegare il L-85 all’amplificatore stereo oppure direttamente su modelli desktop come the Ruark MR1.

Il L-85 ha anche un coperchio antipolvere in plastica rimovibile, ben posizionato sui cardini. Una piccola pecca è che non c’è una spia a indicare quando il giradischi è acceso.
Caratteristiche

Il Lenco L-85 è progettato per essere più user-friendly possibile – e con successo. Arriva con tutto già pre-impostato, compresa la testina magnetica, e non dovrai nemmeno impostare il contrappeso né regolare la distorsione.
lenco-l-85-recensione-giradischi

L’unica cosa da fare è il reset dell’auto-return motion. Muovi il braccio fino alla fine del disco e lascialo andare: si calibrerà da solo e tornerà al suo punti iniziale con un movimento decisamente liscio.

Se vuoi fermare la riproduzione nel mezzo della canzone non dovrai muovere fisicamente il braccio: basterà premere il pulsante “Reject” sulla parte frontale e il braccio si fermerà e si alzerà, tornando a posto. Mica male!

Lenco ha un altro asso nella manica: può convertire i tuoi dischi in file MP3. Questo avviene tramite USB ed è facilissimo. Non serve un software audio speciale o trick particolare sul tuo computer – connetti una chiavetta nella porta USB, clicca sul pulsante di registrazione et voilà, hai una versione MP3 del tuo vinile che puoi riprodurre sul tuo computer o smartphone.
Puoi anche separare i vari brani, premendo il pulsante Split.
I file possono solo essere registrati in MP3, da un giradischi di questo prezzo non si può certo chiedere di più.
Se ti piace la possibilità di convertire i brani ma vuoi file di qualità più alta, ti rimandiamo al Sony PS-HX500.

Lenco L 85: il suono

La prova del suono è stata effettuata dagli esperti di whathifi.com.

È arrivato il momento di sentire il suono del Lenco L-85, e cominciamo il test con il disco ‘Alice in Chains – MTV Unplugged’. Non è per niente male, anzi, è una performance sorprendentemente buona.
Le voci sono il punto di forza del giradischi, e sentiamo chiaramente tutta l’intensità della voce quasi sforzata di Layne Staley in Down In A Hole – riusciamo a percepire il suo sentimento nel cantarla.

lenco-l-85-recensione-giradischi6Il taglio pungente della chitarra acustica che spicca sulla nebbia della ritmica e con la batteria nel background rende bene la struttura della canzone.
Dobbiamo ammettere che non è la performance più dettagliata o articolata, né il ritmo è carico di precisione e agilità, ma non ci aspettavamo un suono così piacevole e di facile ascolto.

Passiamo a Beat It di Michael Jackson: la batteria è troppo debole e il basso ovattato, ma l’equilibrio tra le frequenze è ammirevole e non ci sono margini grossolani.
In più, riproducendo i file convertiti sul computer, scopriamo che il carattere del suono è esattamente lo stesso del giradischi.

Insomma, ascoltare dal L-85 è come ascoltare dal proprio lettore MP3 o da Spotify sul tuo smartphone con cuffie da 50 euro: sai che potresti ottenere una qualità del suono migliore, ma stai comunque ottenendo la struttura essenziale dei brani.

Il nostro verdetto finale

Il Lenco L-85 è un ottimo primo giradischi, un eccellente punto di partenza per chi vuole avvicinarsi al mondo del vinile, o sei uno studente e vuoi un dispositivo decente a un prezzo abbordabile.
A questa fascia di prezzo è difficile pensare a un altro prodotto che abbia tutte queste funzionalità, sia così user-friendly e offra una performance del genere.

Se stai considerando l’idea di acquistare un giradischi, questo non è male come inizio.

Leggi le altre recensioni dei migliori giradischi Lenco.

 

 

PRO

CONTRO

controlla prezzo

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *