Mini Amplificatore per Chitarra: Guida all’Acquisto e 4 Migliori Modelli

Mini-Amplificatore-per-Chitarra

Se sei arrivato fino a qui, vuol dire che sei alla ricerca di consigli relativi all’acquisto di un mini amplificatore chitarra. Con questa guida completa potrai ottenere tutte le informazioni essenziali, i consigli, e avere una panoramica completa sulle caratteristiche di un amplificatore portatile per chitarra. Abbiamo scelto di raggruppare 4 diversi modelli che rappresentano il meglio che mercato posso offrirti.

Considera che un amplificatore per chitarra è un dispositivo che serve per poter processare il segnale elettrico che è prodotto dai pick up di una chitarra, fino a trasformarlo in suono. Chiaramente alcuni modelli vanno anche a potenziare, ad amplificare lo stesso a un volume udibile tramite l’ausilio di altoparlanti. Possono anche essere previsti una serie di effetti particolari, da gestire, come avviene nel caso di articoli più o meno professionali. Ma in questo specifico caso vogliamo concentrare la nostra, la tua attenzione nel campo degli accessori portatili.

Di seguito troverai quindi le mini recensioni, contenenti tutti i dettagli che caratterizzano i migliori articoli appartenenti a questo settore.

Leggi anche: Amplificatore Valvolare per Chitarra


Mini amplificatore per chitarra: i 4 migliori modelli

Il nostro viaggio insieme ha inizio da qui: ecco alcuni tra i più interessanti prodotti e accessori di amplificazione per chitarra. Ogni diverso articolo ti potrà offrire un tocco unico, utile per darti tutto ciò che stai cercando.


1. Ammoon mini amplificatore chitarra

Dimensioni del prodotto: 6,9 x 3,8 x 6,9 cm;
Peso: 113 g;
3 regolazioni.

Iniziamo con un modello dal design compatto, e un peso particolarmente leggero che ti permetterà di trasportarlo ovunque. Questo mini amplificatore viene alimentato da una batteria integrata al litio ricaricabile, e presenta un’interessante effetto di distorsione. È stato progettato con ben tre diverse regolazioni, e può essere applicato alla tua chitarra in modo immediatosenza bisogno di installazione.

Ha una spina splitter che permette di collegare ben 2 cuffie nello stesso momento. E’ difficile riuscire a spiegare quanta potenza sia contenuta dentro questo piccolo strumento, che è valido soprattutto per il rapporto tra qualità e prezzo, davvero eccezionale.

Potresti riscontrare un po’ di problemi in fase iniziale nell’impostare il volume, il tono e l’overdrive, ma tutto dipende anche da dove vai a porre il jack di entrata. Chiaramente tutto è realizzato in proporzione: la qualità cammina, come detto, di pari passo con il prezzo.


2. Amplificatore portatile chitarra LC Prime

Dimensioni del prodotto: 5 x 16 x 13 cm;
Peso: 345 g;
Potenza: 5 watt.

Leggero, piccolo e compatto: è così che vediamo per la prima volta questo prodotto LC Prime. E’ comodo da portare in giro, con tanto di clip da cintura che lo rende ancora più pratico. Ha una batteria incorporata ricaricabile, anche per mezzo della porta USB 5V, che è ottimale anche per permettere il collegamento con il computer.

Il suo schermo LCD permette una visualizzazione chiara fin dopo l’accensione. Potrai gestire fino a 5 modalità di equalizzazione MP3, con una potenza in uscita di 5 Watt con effetto di distorsione. Il risultato finale è quindi quello di ottenere un suono forte e trasparente.

Puoi anche registrare audio sulla scheda di memoria, e registrare una sorgente audio esterna dal jack di ingresso della chitarra, dal microfono e dall’AUX. Il controllo è indipendente e lavora sul volume principale, quello della chitarra e sul tono.


3. Marshall MS-2R

Dimensioni del prodotto: 12,8 x 2,6 x 9,1 cm;
Peso: 158 g.

Questo mini amplificatore per chitarra è un oggetto molto pratico, che può essere comodamente trasportato e usato in diverse situazioni. Si alimenta con una batteria da 9 volt (che è inclusa), ma è anche possibile collegato alla rete elettrica con un alimentatore che deve però essere acquistato a parte.

Non manca poi il connettore di ingresso per jack da 6,35 mm, oltre a quello di uscita per le cuffie. A livello estetico notiamo il suo comodo rivestimento in gomma flessibile e i connettori in metallo solido, per poter garantire ottima trasmissione dell’audio. Viene equipaggiato con 3 manopole che si usano per poter regolare il volume, il tono e per la modalità Clean oppure Overdrive.

La prova pratica è stata piacevole, con un suono chiaro, anche se non pulitissimo, ma ovviamente è altamente a livello rispetto al suo costo di mercato. La parte più interessante è rappresentata dalla gestione del volume: anche tenendolo al massimo, si riuscirà a non disturbare nessuno, soprattutto i vicini. E’ sicuramente una valida soluzione per chi si dedica allo studio della chitarra elettrica, e per gli utenti che amano allenarsi con regolarità durante il giorno.


4. Mini amplificatore chitarra AMPLUG 2 AP2-AC

Dimensioni del prodotto: 17,8 x 2,5 x 12,7 cm;
Peso: 40,8 g.

Siamo rimasti piacevolmente sorpresi per le funzionalità e i risultati ottenuti con questo modello. Con un budget davvero minimo, puoi assicurarti questo gadget che deve essere però abbinato a cuffie di buona qualità. Il suono può essere mantenuto totalmente pulito, per la riproduzione di un suono che sia convincente e privo di distorsioni.

Sicuramente è un valido accessorio per tutte quelle persone che vivono in un appartamento e quindi sono spesso costretti a non poter suonare a pieno volume. Ha il vantaggio di non necessitare di cavi extra e inoltre ha davvero un ingombro minimo. Ti basterà attaccarlo all’uscita jack della chitarra, andando a collegare le cuffie, e il gioco è fatto.

Nota di merito per gli effetti built-in, che va a potenziare a 360° le funzionalità di questo sistema di amplificazione portatile.


Mini amplificatore chitarra: consigli utili in fase di scelta

Se parliamo di un amplificatore portatile chitarra, che sia elettrica o acustica, ci sono sempre delle particolari funzioni da controllare. Devi abituarti a scegliere un prodotto che abbia una potenza compatibile con il volume a cui andrai a suonare, a prescindere dal luogo in cui andrai a farlo. Non devi, quindi, considerare di puntare tutto su un amplificatore molto potente se poi hai intenzione di usarlo solo in casa.

Cerca quindi di capire bene come vorrai suonare e comportarti con la tua chitarra, e a quel punto potrai davvero capire che tipo di mini amplificatore scegliere per le tue sessioni musicali. Considera sempre che, per poter suonare in casa, ti basterà affidarti a un modello che abbia una potenza tra i 10 e i 20 Watt. Tutto ciò che va oltre, potrebbe essere eccessivo e inutile per quanto riguarda questo particolare caso. Ovviamente la valutazione finale è soggettiva e tutto va in base alle tue esigenze specifiche.

Il più grande vantaggio che riscontrerai scegliendo un mini amplificatore è quello legato al poco peso e allo scarso ingombro che sa offrire. Chiaramente se ami viaggiare e ti sposti spesso, ti converrà sicuramente scegliere uno di questi modelli che sappiano offrire buone qualità, ma anche massima leggerezza. Altro aspetto favorevole è il numero di ingressi: pur avendo a che fare con un accessorio che è davvero piccolo, potrai sfruttare il giusto numero di collegamenti, sia analogici che moderni, come nel caso delle porte USB.

Considerazioni finali

Giunti a questo punto avrai sicuramente le idee molto più chiare in merito all’acquisto di un mini amplificatore per chitarra. Troverai tantissimi prodotti che appartengono a questo settore, ma solo alcuni sapranno darti tutto ciò di cui hai bisogno.

Prenditi quindi il giusto tempo, metti a confronto i modelli che ti incuriosiscono di più e analizza le rispettive schede tecniche prima di procedere. Solo così potrai davvero avere la massima certezza del modello che stai acquistando, e questo discorso vale non solo per un mini amplificatore per chitarra!

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *