Pro-Ject Primary: Un Ritorno alle Vere Origini del Vinile

Se non hai mai sentito parlare di un giradischi in vinile, allora è giunto il momento di dare un’occhiata al Pro-Ject Primary. A differenza dei classici giradischi realizzati con il case in plastica, in alluminio o anche in legno, il Project Primary infatti ha il case realizzato interamente in vinile.

La creatività e l’inventiva della Project, azienda austriaca leader nel settore dei giradischi, non si concretizzano solo nel materiale in cui è realizzato questo giradischi. Il Project Primary è un giradischi entry level, che offre una performance audio di alto livello.

Se hai avuto l’onore, ma anche l’onere, di provare e riprovare giradischi entry level sai benissimo come gli entry level tirano. Non si tratta solo di fornire un’opportunità di avvicinarsi al mondo del vinile senza dover spendere una fortuna. Anche se segretamente tutti vorrebbero un giradischi di fascia alta, i giradischi entry level sono i più utilizzati, ed anche i più richiesti. Sono ottimi per i principianti che vogliono farsi le ossa con i supporti audio analogici, per i più giovani, ma anche per chi aveva abbandonato il mondo del vinile per il digitale.

Il mondo dei giradischi entry level è un mondo variegato: si passa dai prodotti dal design più basilare, a quelli dotati di gadget, dai giradischi automatici a quelli manuali. Il Project Primary è il re degli entry level, poiché ha alcune delle caratteristiche dei giradischi di primo prezzo, ma una qualità molto superiore.

Pro-Ject Primary: Un Giradischi per Veri Audiofili

Project Primary vuol dire essenzialità. Sul mercato trovi tantissimi entry-level dotati delle funzioni più varie. Ormai la filosofia dei giradischi di primo prezzo è quella di dotare il giradischi di tutte le opzioni possibili: porta USB ad esempio, ma anche controlli manuali ed automatici. Ebbene, dimentica questa tendenza, poiché con il Pro-Ject Primary torniamo alle vere basi del vinile.

Questo è un giradischi pensato per gli audiofili, anziché per chi sta cercando un giradischi da usare in casa, ma anche per un DJ-Set, e da interfacciare con ogni dispositivo immaginabile. Ma chi sono gli audiofili? Un vero audiofilo è un amante della musica, che cerca un giradischi che renda il miglior suono possibile per il suo budget. Se anche tu hai questa concezione della musica, ti diciamo che la stragrande maggioranza degli entry level dotati di funzionalità quali il Bluetooth, la porta USB o altro non danno prestazioni eccezionali in termini di sound.

Come mai? Beh, se devi riempire il case di un giradischi con ingressi e chip vari ottieni un unico risultato: rumore. Rumore causato dalle parti meccaniche, ad esempio la vibrazione di una porta USB. Ma anche rumore causato dai circuiti elettrici. Ecco spiegati i fruscii, le vibrazioni, i tremolii e tutte le impurità del suono dei giradischi entry level.

La verità è che anche un entry level può regalare un ottimo sound, ma a patto che il case non sia pieno di componenti aggiuntive. Il Pro-ject Primary segue questa filosofia. Si tratta di un giradischi dal design essenziale, che offre solo la funzionalità di base: riprodurre i dischi in vinile.


Project Primary: Le Caratteristiche Tecniche

Ora se magari sei già felice proprietario di un entry level diverso dal Project Primary, non devi sentirti offeso o contrariato: il mondo del vinile è grande, e l’esperienza si ottiene provando e riprovando vari giradischi.

Qui i livelli di rumore, fruscio, e le imperfezioni del suono sono praticamente eliminate, poiché il Pro-ject Primary offre l’essenziale:

  • motore con trazione a cinghia
  • due velocità di riproduzione, a 33 e 45 giri
  • braccio e testina Ortofon
  • perno del motore in acciaio e bronzo con una base in Teflon
  • connettori RCA

e basta. Quindi niente amplificazione interna, niente riversamento del vinile su MP3: abbiamo semplicemente un giradischi da collegare al preamp ed alle casse.

Tutto ciò per un peso di 4 chili. Se 4 chili sembrano tanti per un giradischi, considera che questo peso è dato tutto dalla qualità del motore, del case, del braccio – insomma delle componenti veramente essenziali di un giradischi.

Pro-ject Primary: Il Sound

Ma parliamo di ciò che è veramente importante per un audiofilo: il sound. Abbiamo provato il Project Primary con una alcuni vinili originali anni ‘80 – dai Cure agli Spandau Ballet per intenderci (ebbene si! Anche gli Spandau Ballet).

Il Pro-ject Primary è un giradischi pensato per riuscire a competere nella riproduzione delle frequenze più basse con tutti gli altri giradischi entry level. E da questo punto di vista non possiamo dire nulla. E’ vero – magari il Project Primary non avrà la funzione di bass boost che trovi sui dispositivi digitali, ma tutte le note più basse hanno un sound pulito e chiaro. Puoi ascoltarle prive di quel boost artificiale, che magari è piacevole per una bella resa dei bassi, ma che alla fine distorce i suoni della gamma media.

Infatti, il Project Primary riproduce questo tipo di suoni – i medi – in modo arioso, con un effetto che non esitiamo a definire tridimensionale. Si, 3D! Se nella riproduzione dei dischi cerchi profondità e complessità del sound, il Pro-ject Primary è decisamente il giradischi giusto per te.

Gli effetti più sottili dei sintetizzatori, dei bassi, e degli organi sono riprodotti con un livello di separazione del sound eccezionale, che ti consente di apprezzare ogni nota. Se poi vogliamo parlare delle percussioni, dimentica il sound caotico e le vibrazioni riprodotte da alcuni entry level, perché qui tutte le tracce sonore si distinguono benissimo l’una dall’altra.

Sarà per l’essenzialità della progettazione, o per il case in vinile, ma il Project Primary ci ha lasciato piacevolmente sorpresi. Visto il prezzo, che è altamente competitivo, non ci saremmo mai aspettati una performance così elevata.

Project Primary: La Differenza

Se ci hai letto fin qui, avrai capito come la differenza tra il Pro-ject Primary e tanti altri giradischi è soprattutto nel concetto. Il Project Primary è stato ideato, progettato e realizzato con un solo scopo: riprodurre il sound migliore possibile per il suo prezzo.

Altri giradischi nella stessa fascia di prezzo sono stati progettati per offrire il maggior numero di funzioni possibili al prezzo più basso. Che dire? Molto dipende da cosa stai cercando. Se vuoi un giradischi economico da usare magari anche per un DJ-set, forse ti starai già orientando verso un’altra marca. Non ti diamo torto, poiché si tratta della scelta migliore per te.

Ma se vuoi entrare o tornare nel mondo del vinile, e sei interessato soprattutto al sound – un sound chiaro, pulito e senza fronzoli – allora non vi sono dubbi: il Pro-ject Primary è il giradischi giusto per te.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *