Yamaha A S501: Il Potente Amplificatore Hi-Fi Moderno | Recensione

Yamaha-A-S501

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 votes, average: 4,00 out of 5)

Loading...

Tutto ha avuto inizio a partire dall’A-S500, uno dei più interessanti amplificatori hi-fi moderni. Il suo successore è il Yamaha A S501, che mantiene il suo design, e una struttura molto interessante. Si tratta di un amplificatore di grandi dimensioni, che si presenta con una piastra frontale in alluminio e controlli verticali nella zona centrale del pannello. Rispetto al suo predecessore però, l’A S501 punta tutto sul passaggio da analogico al digitale, andando a presentare un DAC integrato. Questo sostituisce la precedente connessione dock per iPod.

Pur non dimenticando le sue origini analogiche, il Yamaha A-S501 monta 5 ingressi di linea, di cui 2 loop di registrazione, e uno phono. Complessivamente la sua potenza di uscita è fissata a 85 W per canale, e include un trasformatore di alimentazione personalizzato con 2 condensatori di blocco.

Molto interessante è la ToP-ART, ovvero la tecnologia di riproduzione audio in purezza totale. Non a caso il brand ha deciso di affidarsi a un sistema con ingresso simmetrico, con amplificatori organizzati per produrre un segnale che vada a ridurre al minimo la distorsione. Ma non è tutto, perché la tecnologia ART è usata per poter ridurre al minimo l’effetto delle vibrazioni per tutte le componenti elettroniche. Addentriamoci in questo mondo e scopriamo le caratteristiche, i vantaggi e la struttura di questo amplificatore Yamaha.

Yamaha A S501 recensione: le caratteristiche

Yamaha A S501, viene inserito in una confezione contenente un telecomando, alcune batterie e i moduli per capirne l’utilizzo. Ha un peso di circa 10,3 kg, che offre quella sensazione di robustezza totale. E’ molto solido e dotato di enormi prese d’aria che sono perfette per garantire il raffreddamento. In fase di test, emerge che le prese d’aria sono estremamente efficaci. L’A-S501 appare così sempre fresco al tatto, anche durante l’uso continuato dell’apparecchio.

A livello estetico e di design presenta il controllo del volume, accompagnato da un quadrante che viene usato per la selezione della sorgente. Non mancano i LED che vanno a illuminare il selettore della fonte e rendono accattivante l’aspetto dell’amplificatore. Per poter controllare il volume, oltre ad agire direttamente sul modello, è possibile scegliere di usare il comodo telecomando. Considera che la tecnologia a volume variabile degli amplificatori Yamaha, è in gradi di ridurre le frequenze medie, e regola le frequenze dei bassi, oltre agli acuti. Tale fattore compensa la possibile perdita di sensibilità dell’orecchio umano rispetto a quelle che sono le basse frequenze. Si tratta di una possibilità molto gradita qualora tu abbia bisogno di migliorare la qualità del suono. Tale discorso è ideale in caso di ascolto notturno, oppure mentre ascolti a basso volume.

Nella parte sinistra, troviamo poi un jack per cuffie e un selettore altoparlante. Viene anche supportato il bi-wiring, ovvero la possibilità di usare ben due coppie di connettori (high e low). Ogni coppia, con tale configurazione, deve essere di 8 o più ohm. E’ possibile anche disattivare gli altoparlanti in modo automatico quando le cuffie vengono collegate. L’audio nel digitale, offre un suono puro e dinamico per ogni diverso tipo di sorgente.

 

La struttura dell’amplificatore Yamaha A S501

Sorprendente è il DAC integrato, che è limitato a un singolo ingresso ottico e singolo coassiale, da usare per il collegamento a una TV  o al lettore Blu-ray. E’ sprovvisto invece di porta USB per il computer, particolare non necessario, ma ci sarebbe sicuramente piaciuto poterlo vedere integrato. Molto utile la sua funzione di standby automatico, che porterà così l’amplificatore a spegnersi in seguito a un periodo di inattività. Quando entra in modalità standby, inferiore a 0,5 W, sarà possibile poi interagire con il telecomando per impostare la disattivazione.

amplificatore-Yamaha-A-S501

Yamaha, lavorando su questo tipo di amplificatore ha confermato ancora una volta la sua attenzione rivolta ai dettagli. Tutto questo si tramuta in un facile e pratico controllo dei toni, ma anche sull’equilibrio e sul volume stesso. A livello strutturale si nota che, sul retro del modello, vi è un cavo di alimentazione collegato in modo permanente. Tale scelta potrebbe non piacere a tutti, perché l’alimentazione fissa potrebbe nel tempo andare a danneggiare il cavo. Si tratta in realtà di un problema che può essere comodamente evitato qualora tu vada a posizionare questo dispositivo in casa in modo permanente.

Il telecomando è molto comodo da utilizzare, con tasti piccoli e compatti: troviamo anche i già citati comandi di standby, e la possibilità di  mettere il muto, riducendo il volume di circa 20 dB.

Suono e audio

L’A-S501 è estremamente intuitivo e pratico da usare. Dovrai preoccuparti di andare a collegare tutti i dispositivi che ti interessano e poi potrai accendere l’amplificatore. Dopo alcuni secondi verrà quindi selezionata la sorgente input e si potrà controllare il suo volume. A livello di suono, si nota da subito che l’amplificatore ha un volume trasmesso con grande potenza e autorevolezza. Anche i bassi, sono trasmessi a un livello impressionante, con moltissimi dettagli. Il suono è quindi complessivamente molto morbido, e nelle condizioni in cui senti che scarseggiano i bassi, potrai andare a giocare con il volume variabile. Il suo scopo è proprio quello di lavorare sulla potenza della fascia bassa, usando così la scala di volume completa.

ampli-Yamaha-A-S501

Se usato con modalità standard, si bypassano tono e volume, andando a scatenare in toto quella che è la reale potenza di questo modello. E’ possibile fare di tutto in fase di controllo, senza dover fare troppi sforzi. Ogni occasione è quella giusta, e l’A-S501 sembra non avere mai problemi.

Riesce quindi a trasmettere una buona qualità stereo tridimensionale, anche in fase di ascolto con cuffie. In questo caso però l’indicazione del suono viene lievemente ridotta rispetto alle uscite degli altoparlanti, ma mantiene grandi prestazioni. Potrai continuare ad ascoltare musica per ore, senza riscontrare alcun problema.

Conclusioni e osservazioni finali

Siamo giunti alla fase conclusiva della nostra recensione per il modello Yamaha A S501 e sentiamo di poter promuovere questo amplificatore a pieni voti. Inutile dire che tale dispositivo garantisce una serie di importanti vantaggi rispetto al suo predecessore, e si conferma essere un prodotto di fascia media, ma di ottima qualità. Il suo suono è buono, a tratti anche audace e molto potente, capace così di offrire a ogni persona una performance indimenticabile. E’ molto flessibile e capace quindi di integrarsi bene in quasi tutti i sistemi.

Sentiamo di poterlo consigliare principalmente per questi suoi vantaggi:

  • Potenza simmetrica: a partire dall’ingresso all’uscita;
  • Ingressi audio digitali: ottimi per il collegamento del lettore Blu-ray e della TV;
  • Collegamento previsto con adattatore Bluetooth.

A comporre la gamma di amplificatori Yamaha troviamo anche il modello Yamaha A S301 e la versione A S201, che abbiamo recensito.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (11 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *