Com’è fatto un giradischi: composizione e funzionamento

Se ti stai chiedendo come è fatto un giradischi o qual è il suo funzionamento questo è l’articolo che fa per te. 

Partendo dall’immagine qua sotto andremo a scomporre e a spiegare i singoli componenti.

funzionamento giradischi

A) IL PIATTO

Il piatto di un giradischi è la parte rotante su cui viene posizionato il vinile. In linea generale, possiamo dire che più pesante è un piatto meno vibrazioni fa e quindi più pulito è il suono. I piatti per giradischi sono realizzati in diversi materiali: il più comune è l’acrilico, ma alcune aziende d’eccellenza hanno puntato su piatti in alluminio (giradischi Thorens) e piatti in vetro stratificato (giradischi Rega).

B) IL TAPPETINO (O MAT)

Il tappetino di un giradischi (anche chiamato mat, dall’inglese), è un tappeto antiscivolo che poggia sul piatto. Svolge tre funzioni principali:

  • evita che i rumori di motore e cinghia vadano a interferire con la qualità del suono; senza un tappetino tali rumori raggiungerebbero la puntina e verrebbero amplificati a dismisura, rovinando la qualità del suono;
  • funge da interfaccia fra giradischi e dischi in vinile evitando che le vibrazioni dei microsolchi possano essere amplificate dal piatto, limitando anche in questo caso la qualità di riproduzione;
  • riduce le variazioni di velocità dovute a microslittamenti del disco sul piatto mentre gira. Per questa ragione deve offrire un ancoraggio piuttosto solido sia al piatto che al disco.

C) IL CONTRAPPESO

Il contrappeso è il peso regolabile sul braccio, progettato per sintonizzare con precisione e controllare la forza di monitoraggio della cartuccia. 

D) L’ANTISKATING

L’antiskating è un dispositivo meccanico o magnetico applicato al braccio di lettura di un giradischi che ha la funzione di contrastare l’attrito che si crea tra puntina e disco in vinile.

Si presenta come una componente perpendicolare al braccio di lettura che spinge verso il centro del piatto. L’antiskating riduce la distorsione e impedisce che la cartuccia “pattini” attraverso la superficie del disco.

E) MECCANISMO DI CUEING

Il meccanismo di Cueing è usato per abbassare e sollevare il braccio del giradischi. Si muove in verticale e deve essere maneggiato con cura. Esso fornisce il contatto iniziale con il vinile (senza spostamenti laterali).

F) IL PITCH DI CONTROLLO

Mentre il piatto sta girando questo controllo viene utilizzato per stabilizzare la velocità di rotazione. La maggior parte dei giradischi al quarzo non richiede questo tipo di messa a punto.

G) IL BRACCIO

Il braccio di un giradischi è l’asta che viene posizionata sopra il piatto per riprodurre la musica. Esistono bracci di diverse forme (come il braccio dritto o il braccio a S) ed è solitamente realizzato in alluminio. Consente alla puntina di raggiungere il vinile. E’ progettato per garantire una velocità costante di rotazione.

H) LA LUCE STROBOSCOPICA

La luce stroboscopica è utilizzata per regolare il pitch. 

I) IL PORTATESTINA (HEADSHELL)

Il portatestina è la parte su cui è montata la testina. In sostanza connette la testina e la puntina al braccio. Non è sempre presente: alcune testine si agganciano a un portatestina, altre direttamente al braccio.

J) L’INTERRUTTORE

Serve per accendere e spegnere il dispositivo (on/off). La sua posizione dipende dal modello di giradischi.

K) IL REGOLATORE DI VELOCITA’

Permette di regolare la velocità di lettura del giradischi. I modelli più comuni leggono vinili a 33 giri e a 45 giri. Esistono diversi modelli che leggono anche a dischi a 78 giri.

L) LA BASE

La base del giradischi è stata progettata per ridurre le vibrazioni al fine di incrementare la qualità di riproduzione.

M) IL PERNO DI CENTRAGGIO

Il perno di centraggio è l’estremità sporgente dell’albero motore che si trova al centro del piatto. Per funzionare, un disco in vinile deve poggiarsi sul piatto facendo combaciare il suo foro con questo perno.