Giradischi Marantz: La nostra Guida ai migliori modelli dell’azienda americana

I giradischi Marantz sono il prodotto-icona della storica casa fondata da Saul Marantz. Tutto ebbe inizio in America, nel 1948, quando la Columbia Broadcasting System introdusse sul mercato i dischi long-playing (LP), ed uno di questi vinili a 33 giri capitò tra le mani di Saul Marantz, che allora era un designer freelance.

Insoddisfatto della qualità della riproduzione offerta dai giradischi degli anni ‘40 Saul progettò e costruì un preamplificatore – la “Audio Consolette”. Convinto da sua moglie a produrre e commercializzare 100 preamplificatori, ben presto Saul si ritrovò con una marea di ordini da evadere. Tutto il resto è storia. Tra espansione sui mercati internazionali, fusioni ed acquisizioni da parte di marchi prestigiosi come Philiphs ed altri, oggi Marantz realizza sistemi hi-fi, lettori audio di rete, preamplificatori, amplificatori, sintoamplificatori, sistemi di home theater, e due modelli di giradischi:

  • il giradischi Marantz TT5005

  • il giradischi Marantz TT-15S1

Non lasciatevi ingannare dal fatto che Marantz produca solo due modelli. Si tratta di due veri e propri capolavori. Il giradischi Marantz TT5005 ed il giradischi Marantz TT-15S1 offrono prestazioni senza rivali nella fascia ‘bassa’ ed ‘alta’ dei giradischi.


Il Giradischi Marantz TT5005

Facciamo una premessa importante: il giradischi Marantz TT5005 non è un giradischi per DJ, ma un giradischi per chi, alla fine di una lunga giornata, vuole sedersi sul divano magari in compagnia di un buon bicchier di vino, allungare le gambe e lasciarsi avvolgere dal suono della sua musica preferita.

Alcuni dicono che si tratta di un giradischi per “principianti”, ma non è corretto: esistono modi diversi di apprezzare la musica, ed il giradischi Marantz TT5005 è perfetto per chi ama godersi la musica così, senza ansia da prestazioni.

Nella sua categoria, il giradischi Marantz TT5005 ha un rapporto qualità-prezzo imbattibile, ed una facilità di uso straordinaria. Il giradischi è venduto in un imballaggio molto solido, corredato da istruzioni in italiano scritte benissimo e facili da capire.

Per montare il piatto e la cinghia bastano solo pochissimi minuti, anche se siete alla vostra prima esperienza e non sapete ancora bene come è fatto un giradischi. Le istruzioni vi spiegano anche come cambiare la puntina, che può sembrare scontato ma non lo è soprattutto per chi è alle prime armi.

Non lasciatevi ingannare dall’aspetto in apparenza delicato di questo giradischi. Tutti i modelli entry level sono realizzati per lo più in materiali plastici, ma Marantz è una garanzia di solidità, ed inoltre la plastica rende il TT5005 molto leggero. Considerate che il piatto del giradischi è in alluminio, quindi la massa inerziale che produce permette ai dischi di girare in maniera stabile.

Il braccio funziona in modalità automatica o, per chi è nostalgico, manuale. Basta premere il tasto “Play”, e la testina si posizionerà sulle prime tracce del disco, per poi tornare automaticamente al suo posto. Diversamente, potrete sollevare il braccio: il piatto inizierà a girare, e se avete la mano abbastanza ferma (o avete vissuto gli anni ‘60,’70, ma anche ‘80) potete poggiare la testina sulle prime tracce del vinile. Che è un’esperienza sempre unica, anche dopo la decimillesima volta.

Chi ha paura di cimentarsi con le operazioni manuali invece può semplicemente premere i tasti “Play”, “Stop”, ed il giradischi Marantz TT5005 farà davvero tutto da solo.

Ma parliamo un po’ di dettagli tecnici. Abbiamo:

  • l’equalizzatore phono incorporato, che è anche disinseribile

  • il cavo RCA integrato al giradischi, e preamplificato. Quindi potete collegarlo all’entrata dell’impianto stereo, ma anche all’ingresso “PHONO” del vostro amplificatore

  • un servo motore DC silenziosissimo

  • una cartuccia MM

  • una testina MM preinstallata

  • ritorno del braccio automatico

  • livello di uscita: 2.5 mV/1 kHz

  • gamma di frequenza: 20 Hz – 20 kHz

E per i più esigenti in fatto di precisione (o per chi semplicemente non abita in un castello e quindi prima di acquistare un giradischi pensa anche allo spazio che ha in casa), ecco le misure del Marantz TT5005:

  • larghezza: 35,7 cm

  • altezza

  • profondità: 36 cm

  • peso: 2,8 kg


Il Giradischi Marantz TT-15S1

Se il giradischi precedente era un entry level, qui i DJ e gli esperti avranno pane per i loro denti, trovando un prodotto in grado di soddisfare anche i palati più esigenti, ad un prezzo ove ogni singolo euro ripaga veramente la qualità ed il design di questo prodotto. Ma dovremmo piuttosto dire gioiello, e senza alcuna retorica.

Bello, bello, bello ed elegante. Questo è il Marantz TT-15S1 dal lato estetico. Il giradischi Marantz TT-15S1 non ha copertura, e per motivi tutti estetici. Considerato che si tratta di un giradischi per professionisti, chi vuole tenere il proprio investimento (poiché acquistare un Marantz TT15S1 significa investire in uno strumento indispensabile per i professionisti) al riparo dalla polvere o al sicuro durante il trasporto può ordinare la copertura, che è venduta separatamente dal giradischi.

Questo è l’unico difetto che siamo riusciti a trovare nel giradischi Marantz TT-15S1. Ah, poi quasi dimenticavamo che il giradischi Marantz TT-15S1 è disponibile solo in bianco. Quindi gli amanti del nero o dei giradischi colorati potrebbero restare un po’ delusi.

I dati tecnici? Leggete, e meravigliatevi insieme a noi:

  • Separazione dei canali: 30 dB

  • Range di frequenza: 20 – 20000 Hz

  • Velocità nominale: 33 1/3, 45

  • Consumo elettrico: 5 W

  • Signal-to-Noise Ratio: 80 dB

  • Materiale del piatto: acrilico

  • Alimentazione: AC

Le dimensioni sono le seguenti:

  • larghezza: 44 cm

  • altezza: 11 cm

  • profondità: 35 cm

  • peso: 8,9 kg

Certo non si tratta di un giradischi leggero. Ma il giradischi Marantz TT-15S1 date le sue prestazioni leggero non può essere. Domandiamoci come abbia fatto Marantz a produrre un giradischi di tale livello:

  • il motore del giradischi si adatta perfettamente al piatto, senza mai venire in contatto

  • i tre piedini sono stati progettati in modo da ridurre la trasmissione delle vibrazioni al minimo

  • il giradischi è dotato del sistema di clever clamp

  • la base ed il piatto sono stati realizzati in acrilico, per assorbire il suono ed evitare sbavature nell’ascolto

  • il sistema di trazione a cinghia scorre liscio in maniera perfetta

Magari non si tratta di innovazioni tecnologiche che aprono una nuova era nella storia dei giradischi Marantz, ma possiamo assicurarvi che chi ha progettato questo giradischi lo ha fatto tenendo conto di ogni minimo dettaglio.

Certo, qui e lì ogni tanto salta fuori qualche critico, che osserva che il braccio che non si muove come vorrebbe. Le opinioni personali sono importanti, ma a volte possono essere relative.

Il giradischi Marantz TT-15S1 è stato realizzato in cooperazione con Clearaudio, infatti alcune componenti sono della Clearaudio: il piatto rotante, il braccio, e la cartuccia. Il sistema anti-skating è magnetico, e con una frequenza di risonanza di circa 8Hz il Marantz TT-15S1 dà un’estensione dei bassi eccezionali. Più importante, in termini strettamente musicali, è che il suono diventi via via più caldo a partire dalle frequenze basse medie, il che riesce ad apprezzarsi soprattutto se si suonano dischi di musica orchestrale.

Il sistema audio del giradischi Marantz TT-15S1 ha una tracciatura pulita, distorsione bassissima, fornisce dettagli audio di precisione stupefacente, ha risoluzione alta, un pitch stabile. Lo stilo della testina naviga tra le tracce del disco in modo preciso, regalando la massima definizione e precisione del tracking, in assenza del fruscio tipico dei prodotti entry level.

Noi de il Giradischi pensiamo che sarebbe difficile chiedere, ed ottenere, di più. Ma se hai ancora dubbi, puoi leggere le nostre recensioni dei giradischi di tante altre marche qui.