Macchina lavadischi: Guida alle 5 migliori in vendita

MACCHINA-LAVADISCHI

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 4,17 out of 5)

Loading...

Se ti stai chiedendo a cosa veramente serva una macchina lavadischi guarda attentamente l’immagine qui sotto:

Quelle che hai visto sono le tracce del tuo disco ingrandite al microscopio, con la polvere, lo sporco ed i batteri che vi si depositano. Certo i vinili non sono sempre sporchi al punto da richiedere l’uso della macchina lavadischi.

In tanti casi è sufficiente adottare una delle qualsiasi soluzioni esistenti per pulire i vinili. Ma se hai dischi davvero molto sporchi che vuoi salvare, la macchina lavadischi è l’unica soluzione. In questo post ti presentiamo le cinque migliori macchine lavadischi.

[PROSEGUI SOTTO PER LEGGERE LE RECENSIONI]

Ultimo aggiornamento il Dicembre 13, 2019 9:05 am

1. La Auna Vinyl Clean

#miglior qualità/prezzo

Ecco un’ottima macchina lavadischi entry-level, dove lo entry deve intendersi riferito non alla qualità della lavadischi, che di per sé è eccellente, ma al suo rapporto qualità-prezzo davvero conveniente.

La Auna Vinyl Clean è particolarmente consigliata a chi si sta avvicinando al vinile. Si tratta di una lavadischi ipercompatta, che blocca letteralmente il vostro vinile all’interno della vaschetta di lavaggio, affinché voi possiate pulirlo mediante una rotazione manuale con acqua distillata.

La Auna Vinyl Clean è dotata di una bottiglietta di acqua distillata, e di un panno antistatico. E’ perfetta per pulire i vinili da 33, da 45 ed anche da 78 giri. Unico neo: le dimensioni compatte. Ma anche qui si tratta di prospettiva.

 


2. Knosti Lavadischi

#miglior scelta

Con efficienza tutta tedesca, la lavadischi Knosti è un vero e proprio sistema di ammollo in miniatura: basta adagiare il disco, in verticale, nell’apposita vaschetta, girare la manovella un paio di volte e voilà, il disco verrà immerso e reimmerso nell’apposito liquido antistatico, e strofinato dalle spazzole interne. Dopodiché sarà necessario procedere al risciacquo mediante acqua distillata, e porre il disco ad asciugare sulla rastrelliera che troverete in dotazione con la macchina lavadischi Knosti Antistat.

La lavadischi Knosti è in grado, con un solo litro di liquido, di lavare fino a 200 dischi, inclusi i vecchi 78 giri! Noi pensiamo che, dato il suo rapporto qualità prezzo, la lavadischi Knosti sia ideale per chi ha tanti vinili da recuperare, magari dopo un trasloco.

I pro della lavadischi Knosti sono nella semplicità di assemblaggio e di utilizzo. I contro? Se avete dischi molto ma molto sporchi, di quelli per intenderci che non ascoltate da una ventina d’anni, può essere necessario girare la manovella anche una ventina di volte.

 


3. La Macchina Lavadischi Pro-Ject 4426

Ed ecco una macchina lavadischi giocosa, e non solo per il suo colore giallo vivace! Il nome di questa lavadischi, Pro-Ject, gioca con il senso e la pronuncia delle parole, per dare l’idea di una pulitura con getti di liquido antistatico professionale.

E non siamo lontani dalla verità. Non lasciatevi ingannare dal colore giallo della lavadischi Pro-Ject 4426. Se la lavadischi è gialla un motivo c’è: dopo aver lavato i vinili sul fondo della vasca troverete tutte, ma proprio tutte le particelle di sporco ed i granelli di polvere che rendevano i vostri vecchi vinili fruscianti ed inascoltabili. Il giallo non fa altro che evidenziarli.

La lavadischi Pro-Ject è dotata di una vasca lavatrice con coperchio, apposito fluido, una coppia di spazzole, una di rulli, e due panni in microfibra. Potete posizionare i rulli a tre altezze diverse, per lavare i 33, i 45 o anche i 78 giri. Ottima per fare un regalo molto gradito ad amici e parenti appassionati di dischi, la Pro-Ject si colloca nella fascia media delle macchine lavadischi, ed è adatta veramente a tutti.

 


4. Okki Nokki Lavadischi

Con la macchina lavadischi Okki Nokki iniziamo ad uscire dalla fascia media delle lavadischi per scalare le vette del professionale che più professionale non si può.


Ancora una volta, abbiamo tecnologia tedesca con:

  • telaio in alluminio
  • motore in due sensi di marcia
  • spegnimento automatico
  • rotazione a caldo ed a freddo

Ma a parte il design minimalista e lussuoso, come funziona la Okki Nokki? Dimenticatevi della rotazione manuale di tutte le altre macchine lavadischi che avete visto finora. La Okki Nokki è automatica! Funziona un po’ come un giradischi-pulitore: basta aggiungere il liquido, spazzolare delicatamente i solchi una sola volta, azionare il motore, ed osservare la lavadischi che gira, gira e gira prima in senso orario, poi in senso antiorario, pulendo a fondo anche i dischi veramente sporchi.

Gli scettici dicono che la Okki Nokki “è rumorosa”. Ma in realtà il telaio in alluminio ed il sistema di smorzamento del suono sono stati ideati proprio per ridurre il rumore al minimo. Capirete subito che non è un prodotto adatto a chi ama un silenzio perfetto. E neanche ai “principianti”, ma soprattutto a causa del suo prezzo.

Certo, esiste pur sempre la possibilità di acquistare una macchina lavadischi usata, ma in definitiva, perché? Noi crediamo sia meglio bere un paio di cocktail in meno, e prendere una lavadischi Okki Nokki nuova.

 


5. La Pro-Ject Cleaner VC-S

#il top dei top 

Se la Pro-Ject 4426 era una macchina lavadischi per tutti, la Pro-Ject Cleaner VC-S è una macchina lavadischi per professionisti. O anche per chi ama il lusso. Diamo questo giudizio non per la qualità della macchina lavadischi in sé, che è assolutamente perfetta, ma perché anche qui siamo in fascia alta.

 

Abbiamo infatti:

  • funzionamento in orizzontale
  • struttura in alluminio
  • indicatore del livello del liquido antistatico
  • beccuccio per il drenaggio del liquido
  • un motore potentissimo ma silenzioso
  • funzione di asciugatura/aspirazione

Pensiamo che chiedere di più ad una macchina lavadischi sia molto difficile. La Pro-Ject Cleaner VC-S è una lavadischi che vi da tanto, in termini di efficienza e durata, ma chiede tanto. Non parliamo solo del prezzo, che per alcuni potrebbe essere un limite (e li comprendiamo), ma anche delle dimensioni della Cleaner VC-S. Pur se elegante e compatta, il suo mezzo metro di lunghezza, i 40 cm di altezza ed i 6 kg di peso ne fanno una scelta per professionisti.

 

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 votes, average: 4,17 out of 5)
Loading...